AFGHANISTAN
è CRISI
UMANITARIA

DONA ORA

Una crisi senza precedenti

Di fronte alla rapida evoluzione della situazione interna in Afghanistan,
i nostri operatori umanitari stanno continuando a garantire assistenza umanitaria e a rispondere ai gravi bisogni della popolazione coinvolta nell’escalation di combattimenti e violenze.

Secondo i dati diffusi dalle Nazioni Unite lo scorso 13 agosto, quasi 400mila persone sono state costrette a lasciare le loro case dall’inizio dell’anno, unendosi a 2,9 milioni di sfollati interni già presenti nel paese. Mentre l’80% dei quasi 250.000 afghani costretti a fuggire dalla fine di maggio sono donne e bambini.

Tutto ciò si aggiunge ad una situazione già drammatica: all’inizio del 2021, la popolazione bisognosa di assistenza umanitaria ammontava a 18,4 milioni di persone, tra cui oltre 7 milioni di minori, mentre oltre 10 milioni di persone vivono in condizioni di grave insicurezza alimentare

¹Dati del Global Humanitarian Overview di OCHA

7 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza umanitaria

L’intervento di Intersos

INTERSOS è in Afghanistan dal 2001, e nonostante le difficoltà di queste settimane, i nostri progetti nel Paese, concentrati nelle province di Kandahar e Zabul, sono al momento operativi, garantendo il supporto a diversi centri di salute primaria presenti nei distretti di Spin Boldak, Maywand, Shawalikot, Zheray nonché all’ospedale di Qalat e ai centri di salute di Kharwani e Shah Joy nella provincia di Zabul.

L’intervento all’interno delle strutture sanitarie è supportato dall’attività delle cliniche mobili impegnate nelle aree più remote.

Particolarmente significativa, in questa fase, è l’attività medica di prima emergenza garantita dai due Trauma Points sostenuti da INTERSOS a Kandahar.

in questo momento di estrema crisi, anche la più piccola delle donazioni, fa la differenza!

FAI LA TUA DONAZIONE
SCEGLI TU QUANTO DONARE

RENDI QUESTA DONAZIONE MENSILE*
*Ti sarà addebitato mensilmente l’importo da te scelto.

Per ogni 100€
spesi dall'organizzazione

1€
alla raccolta fondi

6€
alla copertura dei costi generali organizzativi

93€
alle missioni umanitarie