Ti trovi in:

News

  • 28 Lug 2014

    PACE, LIBERTA’ E GIUSTIZIA IN PALESTINA ED ISRAELE

    APPELLO DELLA PIATTAFORMA ONG ITALIANE MEDITERRANEO E MEDIO ORIENTE, AOI E LINK 2007

      Noi ONG  italiane ci uniamo all’appello di numerose organizzazioni internazionali operanti in Palestina perché tutte le parti coinvolte nel conflitto in corso a Gaza cessino le operazioni militari e perché vengano garantite ...

  • 25 Lug 2014

    In Sudan oltre 1,9 milioni di bambini non vanno a scuola, il 44% di loro si trova in Darfur. Una delle maggiori cause del basso livello di scolarizzazione nel paese è dovuto alla condizione di instabilità che affliggono la popolazione: oltre 10 anni di conflitto, siccità e inondazioni hanno prodotto 4,3 milioni di sfollati e la metà sono bambini e adolescenti.

     Da 10 anni INTERSOS porta...

  • 24 Lug 2014

    Lo scoppio di un conflitto, l’inizio delle violenze e degli scontri armati sconvolgono irrimediabilmente l’esistenza di migliaia di persone: una guerra rappresenta sempre un punto di non ritorno per un intero popolo.

     

  • 17 Lug 2014

    È una vera riforma, la nuova legge sulla Cooperazione internazionale per lo sviluppo. Importanti le innovazioni rispetto alla precedente legge del 1987, ventisette anni fa. È stata pensata per inserirsi al meglio nella complessità odierna del sistema internazionale ed europeo. Per responsabilizzare e valorizzare tutti i soggetti, pubblici e privati, che intendono impegnarsi in questa parte qualificante della politica ester...

  • 17 Lug 2014

    Semestre europeo a Presidenza italianaSemestre europeo a Presidenza italiana   
     La riforma della legge sulla cooperazione internazionale allo sviluppoa confronto con la cooperazione Europea e le priorità 2014-2020

    Seminario promosso dalle Reti di Ong di cooperazione internazionale AOI - CINI - LINK 2007 ...

  • 16 Lug 2014

    Siamo in Repubblica Centrafricana, dove un'escalation di violenze da Dicembre 2013 si è abbattuta sulla popolazione civile, costretta ad abbandonare tutto per fuggire e mettersi in salvo.Oltre 388.000 persone hanno lasciato la Repubblica Centrafricana, cercando rifugio nei paesi limitrofi come il Ciad  e il Camerun.
     535.000 sono gli sfollati interni, 110.000 solo nell’area di Bangui, l...

  • IRAQ
    14 Lug 2014

    45 gradi, un capannone e poche tende che accolgono 3,000 famiglie irachene, ammassate e in pessime condizioni.
     Questo è il campo di Bahrka, a pochi km da Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan, diventata ormai il sito di passaggio degli iracheni in fuga dalle città conquistate dall’ISIL nel governatorato di Ninive, che aspettano di poter accaparrarsi un posto in un...

  • 14 Lug 2014

    In Somalia una crisi umanitaria si sta abbattendo su 2,9 milioni di persone.
     È necessario intervenire subito per evitare una catastrofe come nel 2011.
     È questo l’appello che lanciano 26 ONG internazionali, tra cui INTERSOS, a fronte di dati sempre più allarmanti sui bisogni urgenti della popolazione in Somalia.
     È necessario agire subito ed elargire maggiori...

  • 7 Lug 2014

    Per i bambini che vivono in paesi colpiti dai conflitti, l’istruzione non è solo un diritto fondamentale, ma rappresenta l’unica  opportunità di avere un futuro migliore e di ritornare alla normalità dopo i traumi delle violenze e della fuga.

     È il caso del Sud Sudan, che da Dicembre 2013 è scosso da un sanguinario conflitto interno, che ha assunto i contorni etnici.

     ...

  • 30 Giu 2014

    Mauritania, Campo di Mberra.
     In questo campo hanno trovato rifugio oltre 71.000 persone, quando, nel 2012 lo scoppio degli scontri nel nord del Mali tra forze governative e milizie indipendentiste, ha costretto alla fuga migliaia di persone.
     Da allora il campo è divenuto la nuova casa di migliaia di famiglie maliane che continuano a vivere qui, in condizioni durissime, perché in qu...